Eczema del cuoio capelluto, dermatite seborroica: come sbarazzarsene?

4.8 (95%) 16 votes

Ti gratti spesso la testa, il cuoio capelluto è coperto di macchie rosse? Probabilmente è un. Mais questo termine generico non è sufficiente per caratterizzare la malattia. Fondamentalmente, tre forme di eczema possono colpire il cuoio capelluto: dermatite seborroica ed eczema allergico. Solo un dermatologo può fare una diagnosi accurata. Nella maggior parte dei casi, l'esame obiettivo è sufficiente e non è necessario eseguire una biopsia cutanea.

Dermatite seborroica: dalla forfora all'infiammazione

Quando si verifica la dermatite seborroica negli adulti, la pelle del cranio è anormalmente secca e perde squame. A volte è solo una semplice forfora, antiestetica ma totalmente benigna. Nelle forme gravi, il cuoio capelluto è molto infiammato e le placche trasudano.

La diagnosi è abbastanza semplice. “Di solito, la malattia non colpisce l'intero cuoio capelluto. La presenza di croste giallastre, più spesso localizzate ai margini del cuoio capelluto, ci indica la dermatite seborroica. A volte il viso è colpito nelle pieghe naso-labiali e nelle sopracciglia ”, specifica la dottoressa Claire-Alice de Salins, dermatologa del gruppo ospedaliero Bretagne-Sud di Lorient e membro del.

In alcuni uomini viene colpita anche la barba. Si consiglia di raderlo per non aggravare i sintomi.

Lievito Malassezia coinvolto

Il cuoio capelluto è causato dalla proliferazione di lieviti, del genere Malassezia, che si sviluppano particolarmente in un ambiente grasso, come il sebo della pelle. "Anche la stanchezza e lo stress sono fattori aggravanti", stima il dermatologo.

Shampoo specifici

Nei casi più semplici, iluso regolare di shampoo antiforfora (a base di zinco piritione, in particolare).

Se questo non basta, e soprattutto durante una riacutizzazione, il dermatologo prescrive un shampoo antimicotico, a base di ciclopiroxolamina, che distruggerà il lievito.

“Si inizia con un trattamento di induzione due volte a settimana per un mese, poi una volta a settimana per tre mesi. Per essere efficace, hai bisogno di una pausa abbastanza lunga, almeno cinque minuti. Spesso consiglio al paziente di fare lo shampoo, quindi fare la doccia prima di risciacquare il prodotto ", spiega il dott. de Salins.

Quando il cuoio capelluto è molto infiammato è possibile completare il trattamento applicando, di tanto in tanto, una lozione a base di cortisone.

Eczema atopico: una storia familiare

Alcune forme di eczema atopico, dette anche, possono interessare la testa e il collo ed estendersi al cuoio capelluto. "Riguardano principalmente adolescenti e adulti", osserva il dott. de Salins.

Questa malattia si sviluppa in persone geneticamente predisposte. In generale, questo"terreno atopicoSi tramanda di generazione in generazione, all'interno della stessa famiglia. “Le persone che hanno l'eczema atopico sul cuoio capelluto lo hanno anche in altre parti del corpo. Possono avere altre manifestazioni atopiche come a. La storia familiare ci aiuta anche a stabilire la diagnosi ", aggiunge il dott. de Salins.

Diversi livelli di trattamento

Il primo trattamento è quello di applicare una lozione topica di corticosteroidi (a base di cortisone, un antinfiammatorio molto efficace), una volta al giorno, per diverse settimane, mentre il cuoio capelluto riacquista il suo aspetto normale.

Sfortunatamente, molti pazienti, temendo possibili effetti collaterali, non applicano una quantità sufficiente di prodotto affinché il trattamento sia efficace. Per rassicurarli, l'ospedale di Lorient ha recentemente aperto una "scuola di atopia". "Si tratta di aiutare i pazienti a esprimere le proprie paure e convinzioni e ad essere convinti dei benefici di questi trattamenti", afferma il dott. de Salins.

"L'eczema è una malattia cronica", ricorda. I corticosteroidi topici non lo cureranno, ma tratteranno la condizione infiammatoria e aiuteranno a controllare la malattia. "

Quando le macchie rosse si sono diffuse sul viso, il dermatologo ha la possibilità di prescrivere un altro trattamento locale: tacrolimus topico. Questo unguento, che non contiene cortisone, è più indicato per il trattamento del viso rispetto ai corticosteroidi topici.

Alla fine, nei casi più gravi, facciamo appello a i cosiddetti "trattamenti sistemici"»: Ciclosporina, metotrexato o – ultima molecola arrivata sul mercato – dupilumab.

Il ciclosporina viene generalmente assunto in compresse mattina e sera. il metotrexato viene offerto per via orale o per iniezione, una volta alla settimana. Per il dupilumab, il paziente può autoiniettarsi il prodotto, una volta ogni due settimane, dopo aver appreso la procedura da un'infermiera. Questo farmaco di ultima generazione è attualmente utilizzato solo negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai 12 anni.

Eczema allergico: spesso coinvolte le tinture per capelli

L'infiammazione del cuoio capelluto è a volte a causa di un'allergia. Parliamo poi dicontatto eczema. Questo tipo di reazione può verificarsi, ad esempio, dopo aver tinto i capelli. “Questo eczema acuto è molto più vescicolare. Spesso si vedono piccole vesciche piene di liquido. Dopo la colorazione dei capelli, si verificano in particolare nelle orecchie e nel collo », precisa il dottor de Salins.

Un test allergologico confermerà l'allergia al prodotto incriminato.

Affinché il cuoio capelluto riprenda il suo aspetto normale, è ovviamente necessario evitare il contatto con la sostanza allergenicae. Da parte sua, il dermatologo prescrive un trattamento topico con corticosteroidi per calmare l'infiammazione. "Se non c'è un rapido miglioramento, dovresti consultare nuovamente il tuo medico per verificare se si tratta davvero di eczema allergico o altro patologico", raccomanda il dott. de Salins.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *