sintomi e trattamenti di questa malattia respiratoria

[ad_1]

L'asma è una delle malattie più diffuse in tutto il mondo con oltre 250 milioni di pazienti. L'asma può essere innescata in un individuo in qualsiasi momento della sua vita, e si scopre che nella stragrande maggioranza dei casi questa condizione non è curabile che rende l'asma, una malattia cronica.


Quindi questi sono gli adulti che sono più colpiti, ma gli scienziati stanno scoprendo che l'asma sta iniziando a invecchiare nei bambini, probabilmente a causa del deterioramento delle condizioni ambientali (incluso l'inquinamento, che può essere un fattore esplicativo).

Nei bambini, devono essere distinti due tipi di asma. Coloro che sperimentano attacchi temporanei di asma, insieme ad altre malattie come il raffreddore, hanno una buona possibilità di avere la loro asma andare via nel corso degli anni.

A differenza dei bambini che sono veramente asmatici che, alla maniera di un adulto con asma, avranno diversi attacchi, per nessun'altra ragione apparente, durante l'anno.

Soffriranno di questa patologia per tutta la vita, tuttavia, vedremo in questo articolo che ci sono molti trattamenti, tanto efficaci quanto di dimensioni ridotte, che consentono alle persone con asma di vivere normalmente, con pochissime restrizioni.

Asma, che cos'è?

"Iperreattività bronchiale" è il termine un po 'barbaro che sta dietro l'asma. concretamente, l'asma è una malattia bronchiale che, in alcuni casi più o meno definiti, che vedremo più avanti nell'articolo, reagiscono con eccessiva sensibilità a determinate situazioni.

In generale, una persona è considerata asmatica dal suo primo attacco d'asma, sia che si manifesti spontaneamente, senza una ragione apparente, sia come risultato di uno sforzo fisico. Questi attacchi si verificano a causa dell'infiammazione, quindi della contrazione dei muscoli lisci della trachea, così come dei bronchi, rendendo difficile il respiro del costrittore asmatico. Quanto più grave è la crisi (il termine "acuto" è generalmente utilizzato dagli operatori sanitari), tanto più l'individuo con asma avrà difficoltà a respirare. In alcuni casi molto gravi, è necessario il ricovero in ospedale.

A causa del suo aspetto cronico, l'asmatico subirà le sue crisi per tutta la vita. Tuttavia, identificando con precisione i suoi sintomi, che consentono di rilevare l'insorgere di una crisi e agire di conseguenza, o adattando leggermente il suo stile di vita alla malattia, è possibile che l'asma rimanga a un certo livello. stage secondario per tutta la vita, grazie all'utilizzo di alcuni trattamenti, come il Ventoline.

Ma se oggi solo 4 asmatici su 10 sono in grado di vivere correttamente (senza o con pochissimi attacchi e a bassa intensità), è a causa della loro mancanza di frequenza e spesso di informazioni. In effetti, una cattiva tecnica di inalazione di trattamenti prescritti, un rifiuto di accettare la propria malattia, la paura della droga, uno stile di vita malsano … tutti questi fattori rendono questa malattia più dolorosa di quanto dovrebbe essere.

Fortunatamente su info-pharma.org, passiamo attraverso i sintomi, le cause e i gesti "buoni" da eseguire per conoscere questa malattia e possiamo combattere efficacemente l'asma.

Asma, quali sono i sintomi principali?

Per spiegare chiaramente i diversi sintomi dell'asma, principalmente legati alla respirazione, devono essere suddivisi in due categorie distinte: sintomi persistenti e sintomi che compaiono solo in tempi di crisi, più o meno gravi.

1) Sintomi quotidiani (esclusa crisi):

In diversi momenti della giornata (principalmente la sera, prima di andare a letto, al risveglio o dopo un intenso sforzo fisico), la persona asmatica può avere difficoltà a respirare correttamente. Questo si chiama dispnea e porta rapidamente a paralizzare l'affanno, costringendolo a interrompere qualsiasi sforzo fisico.

La respirazione può anche diventare "sibilante" ed essere accompagnata da tosse secca e ripetuta. Inoltre, la persona con asma può provare una sensazione di oppressione al petto.

2) Sintomi intermittenti, preannunciando una crisi più o meno acuta.

Quando si avvicina un attacco d'asma, l'individuo con asma può sperimentare tachicardia (aumento significativo della frequenza cardiaca), sudorazione, una grande sensazione di ansia e una tosse persistente. Si tratta quindi di prendere rapidamente le sue cure e di calmarsi, per evitare che la crisi si sviluppi ulteriormente.

Nei casi più gravi, sarà necessario chiedere aiuto per l'ospedalizzazione di emergenza. Tra i segnali di allarme di questo tipo di crisi, possiamo notare:

  • Difficoltà ad esprimersi correttamente.
  • Le labbra o le dita che diventano blu
  • Una confusione nelle parole
  • Azione inefficace di trattamenti prescritti da un professionista, anche dopo assunzione ripetuta, distanziati di diversi minuti ogni volta.

Asma, quali sono le cause presunte?

Le origini di questa malattia creano tuttora molti dibattiti tra i medici di tutto il mondo. Molte spiegazioni, più o meno influenti sull'organismo asmatico, sono supposte dai professionisti della salute. Per una migliore comprensione, li divideremo in tre parti:

1 – Il fattore genetico.

Sembra che l'influenza della genetica, che è quindi un fattore ereditario, giochi un ruolo importante nello sviluppo di questa malattia. Sono soprattutto le allergie sviluppate dai bambini piccoli che spiegano la loro predisposizione asmatica. Questo è il motivo per cui è essenziale trattare queste allergie non appena appaiono, per sperare di ridurre la loro influenza dannosa prima che il bambino diventi un adulto.

Inoltre, sembra che il latte materno sia estremamente utile nella lotta contro le allergie e quindi l'asma. I bambini allattati al seno tendono a sviluppare una sensibilità molto meno allergica dei bambini allattati al seno che, a causa della loro composizione corporea non umana, non forniscono al bambino i nutrienti di cui hanno bisogno per crescere e per costruire solide difese immunitarie.

2 – Il fattore ambientale

Oltre al fattore genetico e alle allergie sviluppate in giovane età, l'ambiente gioca un ruolo importante nello sviluppo dei segni asmatici.

Per esempio, le prime settimane di vita di un bambino sono cruciali nel suo sviluppo futuro, perché è in questo momento che è il meno protetto dalle sue difese immunitarie, ancora troppo deboli per proteggerlo efficacemente contro l'ambiente circostante.

È per questo, una casa polverosa può danneggiare la sua capacità respiratoriae sviluppa a casa le sue prime reazioni di asma allergico. Tra tutti gli elementi rappresentati in questa categoria, notiamo principalmente gli acari, la muffa (o funghi domestici, presenti nei luoghi umidi della casa) ma anche i peli di animali (principalmente gatto e cane, anche se i conigli, criceti e altro i topi sono anche scoraggiati in presenza di un bambino.)

In secondo luogo, anche se gli studi su questo argomento non sono ancora sufficientemente avanzati, sembrano giocare un ruolo importante nello sviluppo di allergie e quindi di segnali asmatici.

A partire dai latticini (latte vaccino, alcuni formaggi) ma anche uova, cioccolato, pasta (compresa la pizza), cereali, caffè, senape e alcuni farmaci, che possono tutti portare al primo attacco d'asma nei neonati e giovani adulti.

Sebbene con i mezzi che gli scienziati hanno in loro possesso, è molto difficile stabilire un legame concreto tra questi alimenti e l'asma, gli studi dimostrano che i bambini piccoli che si nutrono frequentemente del loro cibo sono molto più propensi a sviluppare l'asma in futuro. , a differenza dei frutti che potrebbero fungere da difesa naturale contro questa malattia.

Inoltre, in questa categoria, possiamo elencare alcune infezioni che, quando contratte da un bambino piccolo, portano allo sviluppo di caratteristiche asmatiche. Così, i medici spesso trovano sinusite, un batterio polmonare o un'infezione dentale, come un fattore importante che scatena un primo attacco d'asma.

Per finire con questi fattori ambientali, sembra che il clima, che si deteriora un po 'di più ogni anno, contribuisca allo sviluppo dell'ipersensibilità respiratoria (principalmente polline, portato dal vento, che è una causa provata di una grande parte di allergie riscontrate in neonati)

Un altro fattore importante sono i contaminanti aerodinamici trasportati nell'aria, composti principalmente da rifiuti industriali: titanio, cromo, nichel, cobalto ma anche fumo di tabacco, inquinanti agricoli o semplicemente scarichi di automobili.

3 – Il fattore psicologico.

Spesso si dice a una persona che va in un attacco d'asma, che deve "calmarsi" sopra ogni altra cosa. E questo non può essere più vero. I ricercatori hanno mostrato una precisa correlazione tra psicologia e asma, che è principalmente caratterizzata come una "impressione" di soffocamento. A causa di rabbia violenta, depressione o altre forti emozioni, può verificarsi un attacco d'asma.

Il problema principale, oltre a prendere le cure, e poi placare l'individuo per uscire da questo stato di panico. L'ansia, in particolare, è un'emozione che è particolarmente favorevole allo sviluppo di segnali asmatici.

I diversi tipi di asma:

Non ce n'è uno, ma "asma". È importante notare che una persona asmatica può trovarsi di fronte a molti di questi asma, o una specie di attacco d'asma, durante la sua vita. Ma è anche possibile il contrario!

Ecco i diversi tipi di asma elencati dagli operatori sanitari:

  • Asma cronico: È la malattia più comune ed è irreversibile. Ci sono molti farmaci disponibili per alleviare il quotidiano degli asmatici cronici, ma nessuno per curarli completamente. In questo caso, l'individuo può avere difficoltà a respirare in presenza di sostanze irritanti di cui sopra, anche se questo non è obbligatorio (un semplice stress può scatenare una crisi). Questa asma cronica può essere più o meno grave, con attacchi più o meno gravi. Ad esempio, l'asma intermittente (meno di 2 attacchi, anche lieve, a settimana) rientra in questa categoria.
  • Asma quotidiano (o persistente): è una forma più difficile di asma, perché l'individuo soffre di diverse convulsioni alla settimana e un aumento della difficoltà respiratoria quotidiana, principalmente al mattino e alla sera prima di andare a letto. Può essere prescritto un trattamento specifico, in aggiunta al broncodilatatore di base.
  • Asma da stress: Come suggerisce il nome, questo asma viene attivato dopo un intenso sforzo fisico, come la corsa o camminare a ritmo sostenuto. Questa difficoltà di respirazione può facilmente portare a una crisi più grave se il trattamento non viene preso in pochi minuti di esercizio.
  • Asma allergico: Un attacco di asma allergico può diventare molto serio e può mettere in pericolo la vita degli asmatici. Si innesca in seguito a una reazione allergica dell'individuo dopo essere entrato in contatto con una sostanza allergenica. È assolutamente necessario contattare un servizio di emergenza il più presto possibile perché è improbabile che questa crisi venga tranquillizzata dai trattamenti di asma convenzionali.
  • L'attacco acuto di asma: Questa crisi rappresenta un pericolo reale per la vita della persona con asma. Se si verificano uno o più dei suddetti sintomi, è imperativo contattare tempestivamente un pronto soccorso, che sarà quindi in grado di somministrare un trattamento specifico per l'attacco acuto.

Trattamento per gli asmatici

I trattamenti per combattere efficacemente contro l'asma hanno subito molti miglioramenti negli ultimi anni, il che rende possibile affermare oggi che, con un follow-up della lettera e le istruzioni regolari fornite dal medico, è possibile vivere normalmente tutte le sofferenze di questo malattia. Tra gli altri, puoi trattare l'asma con azioni quotidianema anche trattamenti medici.

Tratta l'asma con semplici azioni quotidiane

Sebbene lo sforzo sia uno dei motivi principali per gli attacchi di asma in Francia, è necessario che gli asmatici continuino a praticare regolarmente uno sport, perché contrariamente a molte idee ricevute, lo sport non è assolutamente controindicato!

Come prova, un maratoneta asmatico dilettante di nome Thierry Quigniot, grazie a un'attività fisica intensa e regolare, è riuscito a riacquistare la sua piena capacità respiratoria e non ha più bisogno di prendere le sue cure oggi!

Per questo, è stato sufficiente per lui "imparare a gestire lo sforzo" all'inizio, e non dimenticare mai un trattamento prima e dopo che l'attività fisica è stata completata!

Naturalmente, non tutti possono guarire se stessi attraverso lo sport (Thierry ha avuto un asma "minore"), ma nel complesso, la tua salute non può che migliorare durante le sessioni, se sono regolari! Ricordati di chiedere il parere del tuo dottore, che ti consiglierà sul ritmo e l'intensità delle sessioni su misura per la tua malattia e condizione fisica.

Altrimenti, non dimenticare di adattare la tua casa alla tua malattia, rimuovendo tutti gli elementi che potrebbero attirare gli acari della polvere (alcuni tipi di lettiere, ad esempio, ricordati di controllare i tuoi!), Alcuni detergenti chimici o allergeni naturali. Così come tutta la polvere (pulizia frequente), gli stampi (pensa di rimuovere l'umidità delle stanze della tua casa) o addirittura, evita i fornelli a gas che possono innescare una crisi in certi casi!

Trattamenti medici per l'asma

Ci sono principalmente due tipi di trattamento dell'asma.

Da un lato, abbiamo il trattamento di "sollievo", come il (clicca sul link per saperne di più). Come suggerisce il nome, questo tipo di trattamento è usato principalmente per calmare l'attacco d'asma quando si sta già manifestando.

Limitando quasi immediatamente gli effetti negativi dei sintomi, questo tipo di trattamento (principalmente broncodilatatori, anche se esistono sciroppi ma richiedono più tempo per agire, e il tempo è estremamente prezioso in tempi di crisi) consente alle persone che soffrono di asma, riprendere la normale respirazione in pochi minuti. Infatti, l'asmatico osserverà dopo la presa, un allentamento del suo petto e del tessuto muscolare dei bronchi, che gli permetterà di calmarsi e così, di trovare tutto il suo respiro.

Ci sono anche trattamenti per l'asma, ma questa volta prevenzione. Ancora una volta, il loro nome è piuttosto esplicito la loro efficacia si concentra principalmente sulla prevenzione delle crisi, e quindi distanziare il più possibile i ritardi tra due di essi. In questa categoria, troviamo alcuni farmaci a base di corticosteroidi (il Qvar è uno dei più popolari con la professione medica). Il loro obiettivo è limitare la sensibilità del corpo all'asma alle particelle di solito estremamente dannose, e scatenando le convulsioni.

Ad esempio, tutti gli elementi allergenici o particelle irritanti che abbiamo citato in questo articolo. Il sistema immunitario è quindi meglio preparato e si difende meglio quando si avvicina un attacco d'asma.

[ad_2]